Cenni Storici e dati generali

Un'aperta interpretazione dell'etimologia di Cusio potrebbe suggerire che il paese non è chiuso, ma raccolto tra le pendici dell'omonimo Pizzo e il Monte Avaro.

Immagine principale

Descrizione

In questo angolo di terra ogni balza è stata pazientemente dissodata e coltivata con la tipica sollecitudine contadina che ha addolcito con terrazze i pendii troppo scoscesi e ha vinto persino la sterilità dell'Avaro, aprendo varchi di verde agli alpeggi estivi.

Nella quiete della vallata, accanto alle folte abetaie crescevano a ridosso delle cascine robusti alberi di noce, che nella mente e nella mano dei nativi Rovelli diventavano preziosi simulacri, degni come pochi di entrare nella casa del Signore. Cassettoni, armadi, pulpiti e confessionali si arricchivano di un'arte che, senza indulgere al virtuosismo, pur operando ad intaglio ed intarsi, esprimeva nelle figure e nelle decorazioni l'essenzialità di una trama convincente e riflessiva. Come del resto doveva essere l'anima di chi era cresciuto fra questi monti, ritirandone l'impronta del carattere.

Modalità di accesso:

Accessibile a piedi o su ruota tramite strada asfaltata

Indirizzo

Ulteriori informazioni

Nome degli abitanti: Cusiani  
Superficie: km2 9,34
Altitudine: municipio 1040
  minima 635
  massima 2'372
Residenti: totali 313
  maschi 172
  femmine 141
Famiglie: nr. 136
Abitazioni: nr. 458

Pagina aggiornata il 29/12/2023